top of page

LATest e-bulletin Ottobre '23


In questo numero: ① Citazione del Mese ② Educazione, Consapevolezza o Catastrofe ③ Il perduto Sultanato di Sulu ④ Indonesia, l’Estinzione di un Clan di Nomadi ⑤ Tanti buoni motivi per lavorare con LAT ⑥ Bali, l’intasamento di Ubud ⑦ Sentosa, un Nuovo Precinto ⑧ Singapore, una Campagna Promozionale Globale ⑨ Bali, Turisti Ascoltate Le Previsioni Metereologiche ⑩ Indonesia, Primo Treno ad Alta Velocità del Sud-Est Asiatico


"La mediocrità non riesce a vedere al di sopra della propria altezza"


Educazione, Consapevolezza o Catastrofe

La sostenibilità è un termine che racchiude un'idea semplice applicabile a ogni individuo, organizzazione e governo: considerare il futuro mentre si prendono decisioni nel presente. Si tratta essenzialmente di avere senso di responsabilità.


Ci troviamo di fronte a una decisione significativa tra perpetuare un consumismo sfrenato e mantenere una visione ottimistica per un futuro migliore. La ricerca imprudente della ricchezza materiale, che sembra essere la priorità per molti, spesso avviene a spese del comportamento etico e di una riflessione attenta sulle nostre comunità, sull'ambiente e sulle conseguenze involontarie delle nostre azioni. Questo allontanamento da solidi valori erode le fondamenta della nostra società. Abbiamo sostituito il dibattito intellettuale con slogan e una cattiva comunicazione, portando a un aumento del settarismo e dei diritti egocentrici, non bilanciati da un corrispondente senso di doveri e responsabilità.


Questo fenomeno permea tutti gli aspetti della nostra vita e società. Tuttavia, noi operatori dell'industria del turismo abbiamo una particolare responsabilità nei confronti della società. gravosa. Dovremmo infatti diffondere informazioni accurate ed appropriate sulle destinazioni che promuoviamo in tutto il mondo, educare le persone sulle loro comunità, valori, tradizioni, usi e costumi offrendo contemporaneamente servizi ricchi di contenuti culturali, riducendo al minimo l'impatto sociale e ambientale. Siamo in una posizione unica per diffondere l’apprezzamento per la diversità e la crescita personale attraverso il confronto, invece di inseguire continuamente chimere di luoghi "iconici" e "Instagrammabili" ed "esperienze wow" per accontentare un’incontentabile richiesta al fine di rapidi profitti monetari. Questo approccio non fa che aumentare la mancanza di comprensione del nostro pubblico e mette a rischio lo sviluppo sociale futuro e la salute del nostro pianeta.


È nostro obbligo essere informati, consci, preparati e istruiti per promuovere lo scambio culturale anziché favorire un senso di diritto basato su aspettative personali distorte e spesso immaginarie che molti viaggiatori portano con sé. Viaggiare non dovrebbe replicare i nostri ambienti culturali, ma dovrebbe abbracciare la diversità, arricchendo la nostra consapevolezza e comprensione della varietà e complessità del mondo.


Noi della LAT, difendiamo fermamente questo principio e continuiamo a produrre letteratura e prodotti che riflettono il nostro impegno e forte senso di responsabilità verso lo sviluppo culturale. Più siamo bombardati da richieste di produrre “esperienze sensazionali” e “programmi non convenzionali” e “fuori dei luoghi turistici” senza alcuna riflessione e/o definizione su cosa si stia cercando in realtà e quali sino i punti d’interesse nel contesto della destinazione richiesta, più rimaniamo ancorati ai nostri ideali.


Crediamo che una parte significativa dei consumatori di viaggi possieda la sensibilità per apprezzare questo approccio, nonostante i molti viaggiatori che intraprendono viaggi senza comprendere le loro destinazioni, i diversi fusi orari, la geografia astronomica di base o le differenze tra climi temperati, tropicali ed equatoriali. Questi viaggiatori spesso mancano di consapevolezza dell'importanza del lavoro di scienziati come Alfred Wallace e Charles Darwin, unita a un ingiustificato senso di diritto di comportarsi come desiderano, di parlare la propria lingua ovunque si trovino e alimentarsi secondo le loro usanze spesso incolpando terzi e luoghi per non assecondare le loro aspettative disinformate e surreali.


Non possiamo essere noi a incoraggiare tali atteggiamenti.



Il perduto Sultanato di Sulu

Per secoli, le persone hanno viaggiato lungo i 200 chilometri di mare tra qui e Tawi-Tawi, la provincia più meridionale delle Filippine, per scambiare merci.


Tuttavia, un decennio fa, nel cuore della notte, due motoscafi compirono una traversata clandestina verso la vicina Malaysia e sbarcarono a Sabah. A bordo c'erano circa 200 anziani, una dozzina di fucili della Seconda Guerra Mondiale e il loro leader, un principe di 72 anni di nome Agbimuddin Kiram. La missione del principe era quella di stabilire una presenza all'estremità settentrionale del Borneo per conto di suo fratello maggiore, Jamalul Kiram III, che sosteneva di essere l'erede legittimo dell'ex Sultanato di Sulu. Il si identificò come Forza Reale del Sultanato, ben lontana dai formidabili guerrieri che un tempo erano i Tausug di Sulu.


Per secoli, Sulu ha controllato una parte significativa del Mar Cinese Meridionale prima di cadere sotto il dominio spagnolo nel 1836. Al contrario, gli uomini di Agbimuddin erano male equipaggiati quando sbarcarono nel villaggio di Tanduo l'11 febbraio 2013.


Il giorno seguente, un preoccupato abitante del villaggio avvertì le autorità, portando al rapido dispiegamento della polizia malese, che ha circondato l'area ed evacuato i civili. Gli abitanti della regione orientale del Sabah sono stati messi sotto protezione, compresi quelli nella città di Lahad Datu, a due ore di distanza in auto, mentre le autorità negoziavano con gli intrusi.


Nonostante affermasse che fosse sorpreso dalle azioni di Agbimuddin, quasi un mese dopo l'inizio di tali eventi, Jamalul III decise di sostenere la causa di suo fratello. In una dichiarazione consegnata da Jacel nel 2013, Jamalul III dichiarò che Agbimuddin e i suoi uomini avrebbero "combattuto fino all'ultimo uomo" per "riprendere e stabilirsi pacificamente nella nostra terra d'origine".


A metà marzo, dopo una serie di bombardamenti aerei e ricerche casa per casa, la Malaysia ha riconquistato Tanduo, e 56 membri del gruppo di insorti, definiti "terroristi", sono stati uccisi. Questi scontri hanno incluso imboscate e sparatorie che hanno portato alla morte di nove agenti malesi e sei civili.


Oggi, la famiglia Kiram è coinvolta in un arbitrato internazionale con il governo malese nel tentativo di recuperare i loro beni, alcuni dei quali si trovano in Europa.



Indonesia, l’Estinzione di un Clan di Nomadi

Nel XIX secolo, il popolo Punan del Borneo era così evasivi ai loro vicini che circolavano voci secondo cui avessero delle code. A differenza degli indigeni agricoltori che vivevano in lunghe case, i Punan risiedevano in gruppi familiari, vagando nelle foreste pluviali settentrionali dell'isola. Cacciavano cinghiali barbuti, raccoglievano prodotti forestali da scambiare e coltivavano piante ricche di amido. Tuttavia, erano non solo fraintesi, ma anche maltrattati. Il governo indonesiano, nel corso di decenni, privò i Punan delle loro terre ancestrali e incoraggiò, talvolta con la forza, il loro reinsediamento in villaggi prefabbricati. Negli anni '90, gli antropologi credevano che lo stile di vita tradizionale di cacciatori-raccoglitori dei Punan fosse scomparso. Nel 2002 fu condensato un censimento focalizzato solo sui villaggi stabiliti, poiché si riteneva che rimanessero pochi nomadi.


Antropologi e genetisti dell'Istituto di Nanotecnologia Mochtar Riady a Tangerang, in Indonesia, condussero studi che rivelarono l'esistenza di un clan composto da circa 30 famiglie Punan che cercavano rifugio nelle grotte di calcare e raramente emergevano dalla foresta. Questa scoperta fu accolta con scetticismo da molti esperti. Tuttavia, grazie ai finanziamenti della National Science Foundation, questi scienziati stabilirono contatto con il gruppo nomade nel 2018 e iniziarono a raccogliere dati per garantirne la salute e il benessere.


Durante la loro prima visita, gli scienziati tornarono con fotografie di un uomo che indossava un perizoma fatto di fibra di corteccia e registrazioni di un linguaggio canoro unico che non assomigliava a nessun'altra lingua conosciuta. Una descrizione di queste persone, che si identificano come i Cave Punan o Punan Batu, è stata pubblicata l'anno scorso sulla rivista Evolutionary Human Sciences. I resoconti dei media indonesiani hanno spinto il governo locale a riconoscere i Punan Batu come utenti regolari della foresta, segnando un passo significativo verso i loro diritti di gestirla in conformità con le leggi nazionali.


Nonostante questa rivelazione, alcuni esperti ancora nutrono dubbi sull'autenticità dell'isolamento di questo gruppo unico, facendo un parallelo con il caso dei Tasaday, una "tribù perduta" scoperta nelle Filippine nel 1971, il cui isolamento è stato successivamente determinato essere esagerato o potenzialmente una frode.


Recenti studi incentrati sul DNA dei Punan Batu, accettati da una rivista scientifica, dovrebbero dissipare dubbi tenuti da tutti tranne che dai più feroci scettici. La limitata diversità genetica osservata nei Punan Batu suggerisce che siano stati isolati per oltre 20 generazioni.


Queste nuove scoperte potrebbero anche risolvere un dibattito secolare riguardo all'arrivo dei Punan a Borneo e far luce su come abbiano inizialmente adottato uno stile di vita di cacciatori-raccoglitori. Inoltre, questa ricerca potrebbe rafforzare il caso dell'implicazione dei Punan Batu nella gestione della loro foresta minacciata, che subisce l'incursione delle piantagioni di palma da olio e delle operazioni forestali commerciali.



Tanti Buoni Motivi per Lavorare con LAT

Fondata ed operante nel 1991

Di proprietà e gestione indipendente


Puramente B2B con i partner del settore dei viaggi

Motore di prenotazione online con conferma immediata di hotel, tour e trasferimenti

Preparato fornitore di contenuti e utilizzatore di tecnologia

Personale addetto alle prenotazioni competente ed efficiente

Lunga e orgogliosa associazione con l'industria MICE in tutte le destinazioni Lotus

Pienamente impegnato nella sostenibilità e nella CSR

Contribuzione Climatica per tutti i pacchetti e servizi offerti dalla Lotus

Ampia selezione di partenze di gruppo programmate e linee di prodotti innovativi

Accesso diretto a un vasto pool di collaboratori professionisti locali


Possiede 4 hotels boutique su isole in posizione strategica


LAT Filiale Indocina operante in Tailandia e Vietnam


Guide multilingue in tutte le destinazioni


Uffici operativi in tutte le sue destinazioni

Prenotazioni e pagamenti centralizzati per tour con più destinazioni


Assistenza in lingua


IL CANTASTORIE

Bali, l’intasamento di Ubud

Un servizio sperimentale di autobus navetta dedicato ai turisti ad Ubud, il centro dell'arte e della cultura di Bali, è pronto per essere lanciato questa settimana, segnando un sforzo collaborativo tra il Governo Provinciale e il Toyota Mobility Fund. Questa iniziativa fa parte del programma Sustainable Mobility Advancing Real Transformation (SMART) di Toyota e coinvolge una prova di ecosistema chiuso della durata di 6 mesi, che inizia il 22 settembre 2023 e si conclude nel febbraio 2024.


Sebbene il periodo iniziale di prova duri sei mesi, c'è un forte impegno nel creare un sistema di autobus navetta permanente ad Ubud. Il Toyota Mobility Fund ha investito 1,7 milioni di dollari USA per condurre questa prova, che introdurrà due soluzioni di mobilità urbana in questa popolare destinazione turistica.


La prima soluzione prevede l'introduzione di dieci autobus navetta elettrici a richiesta che opereranno nell'area turistica centrale di Ubud. Questi autobus navetta avranno 21 fermate designate per la raccolta e la consegna lungo un percorso circolare, tutte convenientemente situate a una distanza di 10 minuti a piedi dalle attrazioni turistiche più significative e popolari.


Per accedere a questo servizio, i turisti sono tenuti a scaricare l'app SMART Shuttle @ Ubud dai negozi di app (Apple, Google e Huawei). Dopo aver registrato un account, gli utenti possono prenotare un viaggio attraverso l'app, che funziona in modo simile ai popolari servizi di condivisione dei viaggi come Uber, Grab o GoJek. I passeggeri possono specificare le loro posizioni di raccolta e consegna, l'orario di raccolta desiderato e il numero di passeggeri. Le prenotazioni possono essere effettuate fino a 30 minuti prima dell'orario di raccolta previsto. Il servizio sarà operativo tutti i giorni dalle 6:00 alle 23:00.


La seconda soluzione di questa partnership prevede l'installazione di nove schermi digitali alle fermate degli autobus lungo l'attuale percorso Trans Metro Dewata. Questi schermi visualizzeranno gli orari degli autobus in tempo reale, a vantaggio dei pendolari e della comunità locale.


Secondo il Toyota Mobility Fund, queste iniziative dovrebbero portare significativi benefici, tra cui lo sviluppo delle capacità, con l'obiettivo finale di creare modelli di business sostenibili e adattati alla comunità locale. L'obiettivo è migliorare la mobilità ad Ubud riducendo l'inquinamento atmosferico, alleviando la congestione del traffico e promuovendo l'uso del trasporto pubblico elettrificato.


Questo nuovo servizio navetta a Bali rappresenta un passo significativo avanti nella gestione dei trasporti e del turismo nell'isola. Se la prova di 6 mesi si dimostra un successo, si spera in un finanziamento continuato e nell'espansione del programma verso altre destinazioni dell'isola che affrontano sfide simili legate alla congestione del traffico legata al turismo.


IN EVIDENZA

Sentosa, un Nuovo Precinto

Una nuova area di intrattenimento sulla spiaggia, sviluppata e gestita dal Gruppo Shangri-La, è stata recentemente aperta sull'isola di Sentosa a Singapore. Questa vivace destinazione offre una vasta gamma di attività sia acquatiche che terrestri, oltre a una varietà di opzioni alimentari e bevande, il tutto presentato con l'ospitalità asiatica caratteristica del marchio Shangri-La. Spaziando lungo la vasta costa dell'isola di Sentosa, The Palawan @ Sentosa offre otto esperienze distinte per i visitatori. Tra i momenti salienti, HyperDrive, il primo circuito di go-kart elettrici gamificato della regione, con una pista a tre livelli. C'è anche UltraGolf, un campo da mini golf a 18 buche, e The Palawan Dog Run, uno spazio verde sicuro progettato per cani di taglia piccola e media in cui giocare ed esercitarsi. Inoltre, HydroDash, il primo parco giochi gonfiabile galleggiante di Singapore, aggiunge una dimensione acquatica entusiasmante alle offerte.


Singapore, una Campagna Promozionale Globale

L’Ente per la Promozione Turistica di Singapore (STB) ha lanciato la sua più recente campagna globale, "Made in Singapore", con l'obiettivo di incoraggiare i viaggiatori a selezionare Singapore come loro prossima destinazione. Questa campagna offre una nuova prospettiva sul marchio di destinazione "Passion Made Possible", introdotto inizialmente nel 2017 attraverso una collaborazione tra STB e la Singapore Economic Development Board. Sostituendo la precedente campagna internazionale di ripresa di STB, "SingapoReimagine", lanciata nel novembre 2020, "Made in Singapore" metterà in evidenza esperienze tipiche di Singapore, che vanno dalle attrazioni piu` importanti agli angoli nascosti. Mostrerà anche come momenti ordinari possano essere trasformati in esperienze straordinarie a Singapore.


Bali, Turisti Ascoltate Le Previsioni Metereologiche

Le avvertenze meteo sono costantemente in vigore in tutta Bali. Il Centro per la Meteorologia raccomanda i turisti di esercitare cautela se decidono di avventurarsi in mare. Queste avvertenze, infatti, allertano sulla possibilità di onde alte, che potrebbero raggiungere altezze fino a quattro metri e che possono verificarsi sia nelle vicinanze di Bali che nello stretto di Lombok.


Indonesia, Primo Treno ad Alta Velocità del Sud-Est Asiatico

L'Indonesia ha inaugurato il primo treno ad alta velocità del Sud-Est Asiatico, segnando l'inizio di un atteso progetto multimiliardario sostenuto dalla Cina. Il presidente Joko Widodo lo ha celebrato come un simbolo di modernizzazione. Al treno è stato assegnato il nome "Whoosh" e vanta una velocità massima di 350 chilometri orari. Questo treno ad alta velocità può ora trasportare i passeggeri tra la capitale Jakarta e Bandung in soli 45 minuti, coprendo una distanza di 140 chilometri. Precedentemente, il viaggio in treno impiegava circa tre ore.



Il nostro intero prodotto per viaggiatori individuali, gruppi e MICE liberi è a contribuzione climatica. Ciò significa che parte delle emissioni che vengono generate sono compensate da progetti in collaborazione con Climate Partner, uno dei principali fornitori di soluzioni aziendali per la protezione del clima.


Le emissioni derivanti vengono compensate sostenendo un progetto di protezione forestale certificato da terze parti a Rimba Raya, nel Borneo. Il progetto protegge dalla deforestazione oltre 64.000 ettari di torbiere tropicali offrendo alle popolazioni della regione fonti di reddito alternative alla deforestazione illegale.



Da oltre trent'anni, Lotus Asia Tours fornisce servizi e assistenza ai viaggiatori di tutto il mondo, specializzandosi nella progettazione e realizzazione di eventi aziendali, attività, tour incentive e viaggi motivazionali, mirati ai mercati FIT, GIT e MICE, in Indonesia, Malesia, Singapore, Myanmar e Indocina. Il gruppo gestisce anche quattro boutique hotel in Indonesia, a Lombok, Bali, Sulawesi e Papua.


Per saperne di più sul nostro marchio, visitate il nostro sito Web o contattateci direttamente; non vediamo l'ora di sapere come potremmo contribuire a rendere il vostro prossimo viaggio, tour o evento memorabile e di successo. Corporate Office D-5-4 Megan Avenue 1, 189 Jalan Tun Razak, 50400 Kuala Lumpur, Malaysia T: +60 (0)3 21617075 · F: +60 (0)3 21617084 · E: latgroup@lotusasiatours.com


I NOSTRI ALBERGHI

Cliccate qui per ulteriori dettagli sui nostri alberghi.


THAILAND · VIETNAM · CAMBODIA · LAOS

17 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page